Giovedì, 08 Dicembre 2022, 07:48

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria

Movimento 5 Stelle a Capodistria

Articoli correlati

Alcuni candidati del Movimento 5 Stelle nelle circoscrizioni del Friuli Venezia Giulia hanno fatto visita alla CAN Costiera. Il deputato in carica Luca Sut, che si ripresenta alle parlamentari di fine settembre, accompagnato dalle candidate alla Camera e al Senato, Elena Danielis, Adriana Panzera e Ilary Slatich, sono stati accolti a Palazzo Gravisi dal Presidente, Alberto Scheriani, dal segretario, Andrea Bartole e dal consigliere, Fulvio Richter, nonchè dal presidente della Comunità degli Italiani capodistriana, Mario Steffè. Hanno illustrato agli ospiti il ruolo e il funzionamento delle istituzioni italiane in Slovenia. Hanno rilevato le eccellenze nei campi dell’istruzione, con scuole di ogni ordine e grado di cui le CAN sono cofondatrici e culturale, con iniziative di assoluto valore, molto seguite anche dalla maggioranza. Gli ospiti hanno dimostrato molta attenzione per la rappresentanza garantita alla CNI dal parlamento sloveno alle comunità locali del territorio nazionalmente misto, auspicando che ciò avvenga presto anche per la Comunità slovena in Italia, con la quale la CAN ha costanti scambi di buone prassi, il che ha ispirato la nascita dell’Ufficio per il bilinguismo della CAN Costiera, in ambito alla quale si lavora ancora per creare una base economica della CNI in Slovenia. Scheriani ha ringraziato l’Italia per il sostegno offerto, ma ha auspicato maggiori contatti diretti con la Nazione d'origine, senza volersi sostituire ad altri soggetti, ma semplicemente creando canali aggiuntivi per far giungere la propria voce a Roma. Un passo in tal senso potrebbe essere una Commissione parlamentare per la CNI al Parlamento italiano. Contatti sono già in corso, per merito del deputato italiano al parlamento sloveno, Felice Žiža, con il quale la CAN Costiera collabora proficuamente alla realizzazione dei vari progetti. I candidati 5 stelle hanno seguito con attenzione le relazioni sull’attività dei connazionali in Slovenia e hanno espresso disponibilità a supportare le loro richieste nelle sedi adeguate.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati