Sabato, 23 Ottobre 2021, 12:25

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria

RAFFORZARE LA COLLABORAZIONE TRA LE ISTITUZIONI

Articoli correlati

Presso la sede della CAN Costiera si è svolta oggi una conferenza stampa del presidente, Alberto Scheriani, legata all’incontro di martedì scorso, a Bertocchi, tra un gruppo di connazionali. In apertura, presenti la vicepresidente, Linda Rotter e la consulente legale, Vita Valenti, ha precisato che nel motivare la sua decisione di non aderire all’invito, aveva usato il termine “anonimo” per indicare i promotori dell’evento, che non avevano firmato con i propri nomi e cognomi. In nessun caso intendeva sostenere che gli anonimi fossero i partecipanti. Scheriani si è soffermato poi su alcuni concetti al centro dei dibattiti a Bertocchi. Ha chiarito il suo costante impegno per l’unitarietà della CNI in Croazia e Slovenia, adoperandosi per la registrazione dell’Unione Italiana da parte di Lubiana e per il regolare funzionamento delle istituzioni comuni. Anzi, ha rilevato che vedrebbe di buon occhio l’apertura nel capodistriano di sezioni dislocate di enti italiani con sede in Croazia (ad.es. il Centro di ricerche storiche operante a Rovigno), nonché di una redazione di Radio e TV Capodistria in Istria o a Fiume. Si è soffermato poi sulla rappresentanza della Comunità nazionale italiana, rilevando che urge un accordo tra CAN Costiera e Unione Italiana per definire la collaborazione bilaterale, la partecipazione congiunta ai lavori di vari organismi e l’ottimizzazione degli interventi, avendo sempre presente il massimo effetto positivo per i connazionali. Ha confermato che sono in corso consultazioni con UI per pervenire ad un’intesa concreta, che consenta alle due organizzazioni di svolgere i propri compiti nel dialogo con i governi, con i comuni e anche con la Nazione d’origine nel rispetto degli statuti e delle leggi vigenti.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati