Sabato, 17 Aprile 2021, 14:33

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria

COMMISSIONE INTERMINISTERIALE: VARATO PIANO DI LAVORO

Articoli correlati

Si è svolta a Lubiana la seconda riunione della Commissione interministeriale slovena per i diritti delle Comunità nazionali italiana e ungherese. L’organismo ha preso in esame la bozza del piano quinquennale sull’attuazione dei diritti minoritari. Il voluminoso documento comprende 90 pagine e tocca tutte le sfere più importanti per gli italiani e gli ungheresi che vivono in Slovenia. A preparare i materiali sono stati i responsabili dei dicasteri competenti per gli affari che influiscono sui diritti acquisiti delle Comunità nazionali. Oltre alla relazione sul lavoro svolto sino al 2020, è stato impostato un piano d’azione per migliorare la tutela delle due etnie. Si parte dal bilinguismo con corsi per i dipendenti pubblici, passando alla traduzione delle pagine web dei vari ministeri e del governo, per arrivare alla preparazione dei moduli online. Per quanto riguarda l’istruzione, si prevede la continuazione del progetto per elevare le competenze degli insegnanti. Il dicastero delle attività economiche ha incluso il capitolo sull’edificazione della base economica per il prossimo periodo. Sarà coinvolto ancora il Ministero delle finanze per quanto attiene all’uso delle lingue minoritarie nel lavoro dell’Ufficio per le imposte. Andrea Bartole, in rappresentanza della Comunità nazionale italiana, ha presentato alcuni appunti sui compiti mancanti, ma ha espresso complessivamente soddisfazione per il testo in dibattito. Ha chiesto che sia incluso nella strategia l’Ispettorato al lavoro, il settore degli affari sociali che coinvolge anche l’Ufficio di collocamento, i Centri per il lavoro sociale e altro. Da preparare anche le circolari, spedite dal ministero alle scuole e che devono essere bilingui, poiché contengono informazioni importanti per gli alunni ed i loro genitori, specialmente in questo periodo di pandemia. Al termine è stato concordato che le prossime riunioni saranno tematiche, ossia si concentreranno separatamente sulle attività di ogni dicastero. Al termine delle consultazioni, la bozza di provvedimenti sarà recapitata al governo per l’approvazione finale.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati