Domenica, 06 Dicembre 2020, 01:21

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria

SEDUTA PER CORRISPONDENZA DEL CONSIGLIO

Articoli correlati

Il Consiglio della CAN Costiera si è riunito per corrispondenza, analizzando alcune questioni di grande attualità. Unanime appoggio è andato alla richiesta di prorogare per altri tre anni l’innalzamento delle competenze didattiche nelle nostre scuole. Sino al 2022 consentirebbe di reiterare le iniziative proposte con successo a supporto dei docenti per migliorare le loro competenze linguistiche e avvicinarli a nuovi metodi d’insegnamento. Il progetto avrebbe un valore di 150 mila euro. Approvata anche la bozza del decreto sull’attuazione del bilinguismo, da sottoporre contemporaneamente all’approvazione dei Consigli comunali della fascia costiera, in armonia con i rispettivi statuti e previo assenso delle Comunità autogestite della nazionalità comunali. Le nuove norme regolano l’uso dell’italiano nei territori nazionalmente misti, l’obbligo di esporre tabelle perfettamente bilingui e di usare l’italiano come lingua paritetica in tutti gli enti statali, locali e pubblici delle varie municipalità. Negli articoli finali è previsto l’obbligo di rispettare il decreto per tutte le nuove insegne e di adeguare quelle esistenti non conformi al decreto entro un anno. Previste anche sanzioni congrue per gli inadempienti. Con qualche modifica è passato anche il programma di sviluppo per la base economica della CNI dal 2021 al 2023. In collaborazione con il Ministero delle attività economiche, si propongono una serie di iniziative per valorizzare il territorio e le sue iniziative imprenditoriali, come quelle nel campo del turismo, ma rivolte anche alle istituzioni della CNI.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati