Lunedì, 27 Gennaio 2020, 06:48

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ULTIMA SEDUTA 2019 DELLA CAN

Articoli correlati

Temi culturali, regionalizzazione e borse di studio statali sono stati i temi principali della riunione ordinaria di dicembre, svolta dalla CAN Costiera. I lavori, guidati dal presidente Alberto Scheriani, sono iniziati con un parere sui piani culturali delle CAN, che hanno ottenuto sovvenzioni dal bilancio statale. Nonostante gli sforzi, rimangono sostanzialmente invariati rispetto agli anni scorsi, sorvolando nuovamente sul carattere nazionale delle attività culturali della CNI, la loro importanza sul territorio, ma anche per tutto il Paese. Unica nota positiva l’assunzione a orario completo del direttore del centro Carlo Combi. È stato auspicato che a cambiare le cose possa giungere la Strategia culturale nazionale sino al 2027. Del documento sarà parte integrante la Strategia culturale preparata dalla Comunità nazionale italiana. Alle autorità di Lubiana sarà inviata anche una versione breve, dove rilevare la carenza di mezzi e quadri per realizzare i progetti, nonché di sedi adeguate per le varie iniziative. Alla presenza del deputato Felice Žiža è stato discusso della regionalizzazione. La CAN Costiera nell’ambito del dibattito pubblico sulla relativa legge insisterà sullo statuto speciale per una provincia che inglobi soltanto i quattro comuni costieri, dove vive la Comunità italiana. Il parlamentare ha fatto presente che sarà bene indicare anche le possibili competenze che lo stato delegherà alle province, finanziandole. Per la nostra regione sarebbe, ad esempio, importante un ufficio per il bilinguismo. Il Consiglio si è ancora soffermato sulle borse studio per i quadri deficitari, riservate agli studenti delle scuole medie professionali. Al competente dicastero per gli Affari sociali sarà chiesto di inserire nell’elenco le 12 qualifiche per le quali la Scuola media Pietro Coppo di Isola è abilitata ad organizzare percorsi formativi.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati