COLLOQUI AI MINISTERI SU SCUOLA E BILINGUISMO

Articoli correlati

Il deputato al seggio specifico, Felice Žiža e il presidente della CAN Costiera, Alberto Scheriani, accompagnati dal parlamentare di nazionalità ungherese, Ferenc Horvath, hanno incontrato separatamente a Lubiana, i ministri dell’istruzione, Jernej Pikalo e della Pubblica amministrazione, Rudi Medved. In agenda con il dott. Pikalo i temi riguardanti l’infrastruttura scolastica e gli interventi urgenti per migliorare le condizioni di studio e di lavoro all’antico palazzo, sede della scuola elementare e del Ginnasio di Capodistria, nonché gli ampliamenti alla scuola dell’infanzia di Lucia, dove sono necessari nuovi vani. All’attenzione del Ministro è stata portata la questione per i finanziamenti del programma di studii in italiano alla Facoltà di pedagogia capodistriana, interrotti e che ostacolano ovviamente la conclusione del percorso formativo. Inoltre è stato chiesto al Ministero dell’Istruzione di sostenere presso il Governo l’assunzione di un nuovo consulente pedagogico a Capodistria, a cui affidare il comparto degli asili e della prima triade delle elementari. Pikalo, che si è detto a conoscenza delle problematiche, ha assicurato il suo sostegno nel limite del possibile. Piena comprensione per le questioni riguardanti il bilinguismo è stata espressa, invece, dal Ministro per la Pubblica Amministrazione, Medved. Constatando che le leggi in vigore sono buone, è stato precisato che molto resta ancora da fare per un coerente rispetto dei diritti della CNI e per l’uso della lingua italiana nei territori nazionalmente misti, in armonia con la Costituzione, anche a favore di cittadini italiani non appartenenti alla CNI, che incontrano seri problemi. Medved si farà portatore di un’azione per comprendere quali siano i motivi che portano a non rispettare le disposizioni in materia. Disponibilità del Ministro anche per il problema delle sedi delle istituzioni minoritarie, che non sempre corrispondono alle necessità.