Martedì, 15 Ottobre 2019, 15:58

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DEPUTATI A CAPODISTRIA

Articoli correlati

L'attuazione del bilinguismo nei territori dove vivono le Comunità nazionali italiana e ungherese è stata presa in esame giovedì scorso a Capodistria dalla Commissione per le nazionalità del parlamento sloveno. A Palazzo Pretorio si sono dati appuntamento, oltre ai deputati, i rappresentanti di tutti i ministeri competenti per il bilinguismo, i dirigenti dei Comuni costieri delle Unità amministrative, nonchè delle Istituzioni della Comunità nazionale italiana. Nel corso della seduta, condotta in italiano dal deputato, Felice Žiža, è stato preso in esame il resoconto presentato dal Governo sull'applicazione delle norme che riguardano il bilinguismo. Sono stati constatati passi avanti sulla strada della piena attuazione di questo che è un diritto fondamentale della CNI, ma la CAN Costiera e l'Unione Italiana, con i rispettivi presidenti Alberto Scheriani e Maurizio Tremul, nonché Il parlamentare Žiža, hanno però rilevato ancora una forte discrepanza tra le norme di legge e la loro reale applicazione. Al termine di un lungo dibattito la commissione per le nazionalità del Parlamento ha esortato il governo a proseguire nei suoi sforzi per migliorare la situazione del bilinguismo. Al termine della riunione la Commissione per le nazionalità ha fatto visita agli studi di Radio e TV Capodistria, nonché alla sede della CAN Costiera. Gli ospiti sono stati informati delle difficoltà che i mezzi di informazione della Comunità nazionale italiana incontrano nei finanziamenti dei loro programmi e soprattutto per l'assunzione dei quadri necessari alla loro realizzazione.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati