Venerdì, 20 Settembre 2019, 15:33

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA CAN COSTIERA PER IL MAGGIORITARIO A TURNO UNICO

Articoli correlati

Seduta della CAN costiera venerdi pomeriggio, allargata ai consiglieri delle quattro CAN comunali. In agenda la riforma del sistema elettorale, in dibattito a Lubiana e oggetto di una difficile trattativa tra le forze politiche. Per la sua approvazione, sia nel capitolo riguardante l'elezione degli 88 deputati dei partiti sia in quello per gli esponenti dele Comunità nazionali italiana e ungherese, servono 60 voti. Come rilevato dal presidente, Alberto Scheriani, la maggior parte delle CAN comunali (Capodistria, Ancarano e Pirano) appoggiano per la scelta dell’esponente della CNI in Parlamento, il maggioritario a turno unico. Questa opzione, come spiegato dal deputato Felice Žiža, era stata a lungo l'unica ritenuta valida per sostituire l'attuale sistema a gradutoria, il Borda. All'ultimo round di consultazioni con il Presidente della Repubblica, Borut Pahor, era emersa la proposta del doppio turno. Condivisa la posizione che il Borda andava abbandonato, il presidente della CAN di Isola, Marko Gregorič ha riferito che i connazionali isolani sostenevano il maggioritario a doppio turno, poichè ritenuto più democratico e adeguato a leggittimare il candidato eletto. Sentite le morivazioni in sede di CAN Costiera e preso atto di nuovi elementi di carattere giuridico- procedurale, è stato votato all'unanimità il sostegno al turno unico. É stata espressa soddisfazione per la possiblità avuta di discutere pacatamente e dettagliatamente del delicato tema ,nonchè la volontà di rimanere uniti e proseguire il dialogo sulla riforma elettorale.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati