Martedì, 15 Ottobre 2019, 14:59

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL BILINGUISMO NEI COMUNI

Articoli correlati

 

Convegno dedicato al bilinguismo a livello locale martedì, 21 maggio, a Capodistria. Presso Palazzo Pretorio ne hanno discusso esponenti del Ministero della pubblica amministrazione, guidati da Jurij Mezek, dell’Ufficio per le autonomie locali e dal direttore dell’Ufficio per le nazionalità, Stane Baluh, nonché dirigenti degli organi amministrativi locali. Presenti gli esponenti della Comunità nazionale italiana, con in testa il presidente della CAN costiera, Alberto Scheriani, i suoi vice Marko Gregorič e Linda Rotter, nonché con i presidenti delle CAN di Pirano, Andrea Bartole e di Capodistria, Fulvio Richter. Sono intervenuti anche alcuni rappresentanti della Comunità ungherese e dei comuni dove questa vive. I saluti della municipalità sono stati porti dal vicesindaco, Mario Steffè che ha rilevato gli sforzi fatti dall’amministrazione comunale, per sostenere nel migliore dei modi la Comunità nazionale italiana, in particolare nei comparti cultura e istruzione. Sul tema dell’attuazione del bilinguismo quale diritto costituzionale garantito alle due etnie autoctone in Slovenia, si è soffermato Stane Baluh, che ha illustrato il decreto sui finanziamenti per attuarlo, in collaborazione con i Comuni. Delle buone prassi a livello locale hanno discusso ancora il direttore dell’Unità Amministrativa di Isola, Branko Andrijašič, mentre Linda Rotter ha presentato il foglio informativo, completamente bilingue, del Comune di Ancarano.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati