Giovedì, 23 Maggio 2019, 02:31

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PRIMA RIUNIONE DELLA PRESIDENZA DELLA CAN COSTIERA

Articoli correlati

Si è svolta giovedì mattina, a Isola, la prima riunione della presidenza della CAN costiera del nuovo quadriennio. Il presidente, Alberto Scheriani e i suoi vice, Marko Gregorič, Nadia Zigante e Linda Rotter, hanno preso in esame i futuri impegni dell'organismo. Sono state esaminate le modifiche alla pianta organica della CAN costiera, come dettato dagli accordi tra governo e comparto pubblico circa l’amento degli stipendi. Si è passati, quindi, alla nomina del nuovo direttore del Centro culturale Carlo Combi. Il consiglio dell’ente ha scelto di riconfermare Kristjan Knez, preferendolo ad altri due candidati. Il Consiglio della CAN costiera, in veste di fondatore, dovrà esprimere un suo parere entro il 31 gennaio prossimo. I presenti sono stati informati dal presidente Scheriani sulla problematica della RTV di Capodistria, trattata di recente dal Comitato di programma e dalla Commissione per le nazionalità del Parlamento sloveno. Lo stesso presidente è stato proposto poi come membro della Commissione nazionalità del Governo sloveno per il prossimo mandato. Sotto le varie è stata esaminata la strategia culturale a livello dei 4 comuni costieri, che andrà impostata e seguita dal centro Combi. Stabilito ancora lo scadenziario per il Programma di sviluppo economico, che prevede in sintesi l’assunzione di una persona, il bando di concorso per gli imprenditori, quello per i Fondi europei, che interessa congiuntamente l’Unione Italiana, la Can costiera e la Comunità italiana di Pirano, per finire con i fondi per i progetti turistici. Tra gli altri compiti che la presidenza si è imposta per i prossimi quattro anni spiccano il decreto sul bilinguismo per tutti i comuni costieri e la revisione dei criteri per l’iscrizione agli elenchi elettorali particolari, scegliendo una strada condivisa sempre dai 4 comuni dove risiedono i connazionali.

IL SEGRETARIO DELLA CAN COSTIERA

ANDREA BARTOLE

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati