Giovedì, 23 Maggio 2019, 01:44

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL PREMIO ISOLA D'ISTRIA A NINO BENVENUTI

Articoli correlati

Con una cerimonia solenne, tenutasi venerdì sera a Palazzo Manzioli, è stato consegnato il Premio Isola d'Istria 2018. La commissione selezionatrice, guidata da Teura Raschini, ha attribuito il riconoscimento al famoso pugile Giovanni Nino Benvenuti. Nato a Isola ottant'anni fa, si era trasferito a Trieste con la famiglia negli anni dell'esodo. Nel capoluogo giuliano aveva iniziato una brillante carriera, che lo avrebbe portato a vincere sui ring di tutto il mondo. Dopo l'oro olimpico nel 1960 a Roma, era passato professionista laureandosi campione mondiale dei super- welter e dei medi. Nella motivazione si è parlato dell'attaccamento di Benvenuti alle sue origini, del suo orgoglio nel sentirsi istriano e isolano e del lustro che ha dato alla sua cittadina natale con le sue gesta sportive, ma anche con la sua vita privata, dove non è mai mancata la solidarietà e il sostegno al prossimo. Il premiato, purtroppo, non ha potuto presenziare alla cerimonia per motivi di salute. Il riconoscimento è stato ritirato dal fratello Dario e dal nipote Fredrik. Presenti in sala il Console generale d'Italia a Capodistria, dott. Giuseppe D'Agosto, il Presidente della CAN costiera, prof. Alberto Scheriani, il Vicesindaco di Isola, Ambra Šlosar Karbič, il Presidente della CAN isolana, Marko Gregorič e i presidenti delle Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi degli Ughi” e “Dante Alighieri”, Robi Štule e Fiorenzo Dassena. Messaggi di saluto sono stati inviati dall'Ambasciatore d'Italia a Lubiana, dott. Paolo Trichilo e dal deputato della CNI al Parlamento sloveno, dott. Felice žiža, impossibilitati a partecipare di persona. Quest’ultimo nella sua missiva ha espresso rammarico per non poter essere presente all’evento. Ha ringraziato l’Ambasciatore Trichilo per aver fatto da tramite con Benvenuti. Nel corso del loro ultimo colloquio- riferisce ancora il deputato- Nino ha ricordato con affetto la propria città d’origine e la CNI è onorata che abbia accettato il premio Isola d’Istria.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati