Domenica, 21 Ottobre 2018, 07:10

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SCADUTO IL BANDO PER LA BASE ECONOMICA DELLA CNI

Articoli correlati

Si è chiuso il primo bando di concorso della CAN Costiera per l’assegnazione di mezzi finanziari destinati agli imprenditori della Comunità nazionale italiana. Riguarda 40.000 euro da suddividere tra un massimo di otto progetti. Mercoledì, 3 ottobre, la commissione preposta aprirà le buste pervenute e attribuirà i fondi, che sono a perdere. L’importante iniziativa, coordinata in collaborazione con il Ministero per le attività economiche, è stata fatta oggetto di veementi critiche, soprattutto per i tempi stretti della sua attuazione. In merito, la CAN costiera desidera precisare che le procedure erano vincolate alla tempistica decisa dal competente dicastero. L’assenso definitivo è arrivato il 18 settembre e subito dopo si è proceduto alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. L’interesse dimostrato dai connazionali è incoraggiante, molte sono state le richieste di precisazione e chiarimenti. Si presume, quindi, che i mezzi a concorso potranno essere utilizzati come auspicato. Sono destinati alle micro e piccole imprese, che con l’iniezione di capitale possano avviare un’attività oppure acquistare macchinari per perfezionare quelle già in corso.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati