Mercoledì, 14 Novembre 2018, 19:18

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Approvo

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

00386/5/627-9150
00386/5/627-4091
Via Župančič 18
6000 Capodistria
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La delegazione del FURS alla CAN Costiera

Articoli correlati

Consueta consultazione annuale, giovedì a Capodistria, tra una delegazione della CAN Costiera, composta dal presidente, Alberto Scheriani, dalla vicepresidente, Manuela Rojec e dal segretario, Andrea Bartole e una nutrita rappresentanza dell’Amministrazione finanziaria della Repubblica di Slovenia (FURS), con a capo la direttrice generale, Jana Ahčin, accompagnata dai rappresentanti della stessa istituzione a Capodistria. Sono stati affrontati, come di solito accade in queste occasioni, i problemi aperti legati al bilinguismo e ai diritti degli appartenenti alla Comunità nazionale italiana. In agenda soprattutto l’uso dell’italiano nelle comunicazioni con i funzionari del FURS e la modulistica bilingue per le varie procedure inerenti il pagamento delle imposte. Come rilevato dalla signora Ahčin, si è proceduto a un costruttivo scambio d’opinioni, come già accaduto nei due colloqui precedenti. E’ stato fatto un censimento sui compiti realizzati e ancora da perfezionare. La direttrice generale ritiene che il servizio offerto dalla sua amministrazione agli appartenenti alla Comunità nazionale italiana, sia di livello molto buono. Circa la modulistica, in basse ai dati in suo possesso, l’89 percento dei formulari necessari per le varie pratiche sono stati tradotti in italiano e sono disponibili, anche on-line, in forma bilingue. La signora Ahčin ha rilevato che esistono, ovviamente, ancora margini di miglioramento e che la disponibilità dei suoi funzionari per venire incontro alle necessità della CNI, è ai massimi livelli. Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della CAN costiera, Alberto Scheriani.»Va detto innanzitutto che i nostri incontri con l'Amministrazione finanzaria sono ormai tradizionali. Il rapporti instaurato è buono e soprattutto importante che tutte le problematiche che vengono evidenziate possano poi essere discusse e risolte. E' stato constatato che gran parte della modulistica on-line e cartacea è disponibile in formato bilingue. Importante è che questo canale di comunicazione sia e rimanga aperto. Nei prossimi giorni siamo intenzionati ad incontrarci in separata sede con l'Ufficio capodistriano per operazionalizzare procedure e formulari che facilitino le procedure ai connazionali« ha rilevato il prof.Scheriani. Tra i problemi fatti presenti di recente spiccano le comunicazioni tra i funzionari del FURS ed i cittadini italiani che risiedono in Slovenia. E' stato stabilito che le difficoltà maggiori insorgono fuori dai territori nazinalmente misti, ma l'Amministrazione fnanziaria ha espresso la volontà di attrezzarsi anche in questo comparto, in ottemperanza alle sentenze della Corte europea, che impongono alle varie istituzioni statali di rispondere ai cittadini europei nella loro lingua, se questa è lingua ufficiale negli stati in cui risiedono e ciò non comporta spese aggiuntive.

Le più lette

Articoli correlati

Altre notizie

Notizie recenti

Info-libro

Articoli correlati